LA POLIZZA DI RESPONSABILITA’ CIVILE TERZI PER LA PA INTESA COME APPARATO

  • Data/e
    giovedì 15 dicembre 2022
  • Orario
    9.30-13.30
  • Sede
    ON-LINE IN DIRETTA

Docente

LAZZINI SONIA

Giurista e Formatore in materia di responsabilità, assicurazioni e fideiussioni negli appalti.
Scopri di più

Dirigenti, Responsabili, Funzionari ed addetti dei Settori Personale; Segretari, Direttori, Assessori, Responsabili degli Uffici Affari Legali, Contenzioso. Avvocati.

Per il Procuratore generale della Corte dei Conti  la previsione di una (adeguata)  copertura assicurativa degli enti  riduce gli ambiti per la configurazione di un danno erariale da richiedere ai singoli responsabili.

Essere  assicurati con polizze veramente efficaci  fa raggiungere agli enti due scopi: coprire la propria responsabilità nei confronti dei terzi danneggiati e al contempo, ridurre la possibilità di debiti fuori bilancio che la scelta dell’autoassicurazione sicuramente comporta (con il rischio di non riuscire ad ottenere il rimborso).

In ambito civile le polizze che vedono l’ente Contraente ed Assicurato sono due: quella a copertura dei cd danni materiali (polizza di RCT/RCO) e quella per le cd perdite patrimoniali (pecuniarie); mentre in ambito privato questi due rischi sono contemplati in un unico contratto, tale possibilità non è ancora previsto in ambito pubblico.

Lo scopo dell’incontro è quello di capire come impostare l’oggetto delle assicurazioni (e altre clausole di polizza)  in modo da tutelare al massimo l’interesse pubblico sottoposto alle norme della responsabilità civile (sia davanti al giudice ordinario che a quello amministrativo).

  • Il rapporto di immedesimazione organica e la responsabilità propria degli enti in virtu’ dell’articolo 28 della Costituzione
  • L’ occasionalità necessaria e l’  applicazione dell’articolo 2049 cc per i   fatti dolosi di dirigenti e dipendenti
  • Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato : la responsabilità della pubblica amministrazione per lesione di interessi legittimi è da fatto illecito ex  art. 2043 cc
  • la Corte Suprema di Cassazione in tema di “contatto sociale qualificato” e la competenza del giudice ordinario. Legittimati passivi sono anche i singoli responsabili (responsabilità da affidamento  incolpevole)
  • La responsabilità della Stazione appaltante è di natura oggettiva: non c’è bisogno di indagare sul requisito soggettivo del dolo o della colpa
  • I rapporti fra la polizza a copertura della responsabilità civile propria degli Enti, quella a copertura della responsabilità civile dei singoli operatori pubblici e le polizze individuali di responsabilità contabile
  • Applicazione pratica dell’articolo 1917 in tema di assicurazione di Responsabilità Civile Terzi:la tutela del contraente assicurato in caso di scoperture inaspettate è illecita una sua condizione di  svantaggio nei confronti dell’assicuratore
  • La distinzione tra assicurazione per conto proprio ed assicurazione per conto altrui non va confusa con quella tra assicurazione della responsabilità civile per fatto proprio e assicurazione della responsabilità civile per fatto altrui.
  • Spese giudiziali ed extragiudiziali: rapporto fra la polizza di RCT e quella di tutela legale
  • I rapporti fra la polizza a copertura della responsabilità civile propria degli Enti, quella a copertura della responsabilità civile dei singoli operatori pubblici e le polizze individuali di responsabilità contabile
  • Le stazioni appaltanti hanno facoltà di stipulare contratti di assicurazione della propria responsabilità civile derivante dalla conclusione del contratto e dalla prosecuzione o sospensione della sua esecuzione (commento al comma 8 dell’articolo 32 del codice dei contratti)
  • Perché non è legittima la rivalsa della Compagnia di assicurazioni nei confronti del singolo responsabile?
  • La Corte dei conti spinge verso una corretta scelta  per importi della franchigia assoluta   abbinati ad una franchigia aggregata; il caso del Veneto
  • Necessità di evitare che l’entità di una condanna da parte  della  Corte dei Conti sia  legata  ad eventi “cabalistici” quale la presenza o meno di franchigie di mutevole importo una parte dei quali  resteranno  a carico dell’Azienda stessa
  • L’adeguata copertura assicurativa di RCT/RCO
  • La responsabilità civile da “comportamento” puo’ causare  un danno materiale  a terzi (danneggiamenti a cose, lesioni personali o morte)
  • Per la lesione dei diritti soggettivi il giudice competente è quello civile
  • La responsabilità coperta è quella da inadempimento  contrattuale ma anche quella di natura  extracontrattuale (fatti illeciti ex artt 2043 e segg cc)
  • Corte di Cassazione; per fatto “accidentale” si intende anche quello causato da colpa grave; resta solo escluso il dolo dell’assicurato
  • Il sinistro è il verificarsi dell’evento dannoso (loss occurance) che produce un danno ingiusto a terzi
  • il danneggiato deve ottenere tutto l’ammontare del danno, poi la Compagnia richiederà all’Ente l’eventuale franchigia e/o scoperto
  • Quali clausole inserire per aderire ai nuovi obblighi assicurativi dei contratti collettivi di recente sottoscrizione
  • L’adeguata copertura assicurativa per le perdite pecuniarie arrecate a terzi
  • La responsabilità civile da “provvedimento ” puo’ comportare un danno meramente “finanziario” a terzi (perdite pecuniarie)
  • Per la lesione dei diritti soggettivi il giudice competente è quello amministrativo: la legittimazione passiva è solo dell’Ente
  • La Compagnia deve pagare il terzo e non far anticipare i danni dall’Ente per poi attendere la sentenza della Corte dei conti
  • Il sinistro è considerata la richiesta di risarcimento del danno (Claims made)
  • Ultrattività per cessazione di attività e/o rescissione del contratto di assicurazione, retroattività, vincolo di solidarietà e inopponibilità di franchigie e scoperti
  • Divieto di recesso dell’assicuratore nel corso di durata della polizza o del periodo di ultrattività

Il corso è erogato in modalità on-line in diretta ma può essere acquistato anche per la fruizione in differita della registrazione.

Le istruzioni per accedere alla piattaforma verranno inviate al momento dell’attivazione del corso, tramite una e-mail con un link dal quale si potrà scaricare l’applicativo che permetterà di accedere all’aula virtuale il giorno del corso (consigliamo l’accesso almeno 10 minuti prima).

Il corso è fruibile da PC o tablet e non occorre la webcam; per poter porre domande oralmente occorre il microfono, altrimenti si potranno porre le domande tramite chat.

Si consiglia di  avere una connessione internet “stabile”.
I requisiti minimi di sistema per poter accedere al corso on-line sono i seguenti:

  • Browser: Chrome, Firefox, Edge, Safari
  • Sistema operativo: Windows 7 o superiori, MacOS 10.9 o superiori

Il corso è corredato di materiale didattico accessibile dall’area riservata CALDARINI&associati, utilizzando le credenziali che verranno inviate tramite e-mail contestualmente all’attivazione del corso.

E’ possibile, a seguito di richiesta, la fruizione, parziale o totale, del corso registrato in differita in caso di assenza il giorno del corso o di impegni che ne abbiamo impedito il completamento.

Durante il corso in modalità on-line in diretta è possibile interagire con il docente e porre domande; per chi non fosse dotato di microfono, è comunque possibile porre domande scritte durante il corso tramite apposita chat.

E’ possibile anche anticipare quesiti al docente tramite invio a segreteria@caldarinieassociati.it , nonché inviarne nei giorni successivi al corso.

Il corso è a numero chiuso, le iscrizioni saranno accettate in ordine di arrivo.

Iscrizioni corso in diretta entro il 8/12/221 Iscrizioni corso in diretta dopo il 8/12/22 Corso on-line in differita

( prezzo a partecipante)3

Enti pubblici e Privati € 280 € 340 € 280
Piccoli Comuni
(fino 8.000 ab.)
€ 220 € 280 € 220
Ingresso con
Abbonamento  sottoscritto prima del 31/03/2020 
1 ingresso = 1 partecipante 1 ingresso = 1 partecipante 1 ingresso = 1 partecipante
Ingresso con
Abbonamento sottoscritto dopo il 1/04/20202

4 ore/uomo = 1 partecipante 4 ore/uomo = 1 partecipante 4 ore/uomo = 1 partecipante
Gli importi si intendono + iva 22 %; se la fattura è intestata ad Ente pubblico, la quota è esente iva ai sensi dell’art. 10, DPR 633/72 e successive  modificazioni e all’importo si somma la rivalsa di 2 euro della marca da bollo. 

 

LE QUOTE COMPRENDONO  accesso alla diretta del corso, materiale didattico in formato elettronico e accesso all’Area riservata CALDARINI&associati.

Ente pubblico – il pagamento dovrà avvenire entro 30 giorni e copia di Determina o Buono ordine o altro impegno dovrà essere trasmessa prima del corso alla segreteria organizzativa.

Azienda privata o persona fisica che partecipa al corso a titolo personale – il pagamento dovrà avvenire prima del corso e copia della ricevuta del bonifico dovrà essere trasmessa alla segreteria organizzativa.

Note per sconti e promozioni

  1. Le iscrizioni pervenute fino al 8 dicembre usufruiscono di una quota agevolata
  2. ABBONAMENTO CORSI sono previste condizioni agevolate per le iscrizioni multiple, contattare la segreteria organizzativa tramite tel. 0522.337678 o e-mail a segreteria@caldarinieassociati.it 
  3. La registrazione è fruibile, previa attivazione del corso, a partire dalla data del 16 dicembre 2022. (In caso di problematiche audio e video durante la diretta, che ne limitano la qualità, il corso in differita non potrà essere acquistato). Sono previste condizioni agevolate per le iscrizioni multiple; contattare la segreteria organizzativa tramite tel. 0522.337678 o e-mail a segreteria@caldarinieassociati.it  

Codici-prodotto MEPA per quote di partecipazione corsi a catalogo (clicca qui)

Segreteria organizzativa
tel 0522.337678
e-mail segreteria@caldarinieassociati.it