ANTICORRUZIONE E TRASPARENZA – Aggiornato al DL “reclutamento” 80/2021 che introduce il concetto di Piano Integrato

  • Data/e
    giovedì 25 novembre 2021
  • Orario
    9.00 - 13.00
  • Sede
    ON-LINE IN DIRETTA

Docente

GIAMPAOLO TEODORI

Avvocato, Esperto di Diritto Amministrativo. Responsabile di Progetti di Formazione e Selezione del Personale della P.A.
Scopri di più

Dirigenti, Funzionari, Responsabili e loro collaboratori, Dipendenti degli uffici Anagrafe di Ente Pubblico Locale, Regione e ASP.

Il Sistema di prevenzione della corruzione negli Enti Pubblici trova un contesto in cui le necessità del cittadino rappresentano l’elemento fondante di un’amministrazione blindata verso i fenomeni corruttivi.

Non si tratta di una mera messa in regola, ma di atti che danno un valore etico e sociale all’agire amministrativo.

Il Corso intende, nell’ambito della formazione obbligatoria su anticorruzione e trasparenza, dare contenuti sostanziali che valgono nell’azione amministrativa quotidiana ma anche e soprattutto nel meccanismo della programmazione di risorse umane, acquisti, opere e servizi.

Ciò anche per gli Enti di piccole dimensioni che possono trovare nella  gestione di tali aspetti una risorsa nuova che vada oltre il mero adempimento formale, comunque reso per loro più snello dal legislatore attraverso Piani di prevenzione semplificati.

Il sistema di prevenzione della corruzione negli Enti Pubblici

  • I soggetti istituzionali con funzioni di indirizzo e controllo (ruolo e poteri): Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC – CIVIT)
  • Il responsabile della prevenzione della corruzione (RPC):
  • Titolare del potere di nomina e natura dell’atto di nomina
  • Requisiti per la nomina
  • La creazione di un’apposita struttura di supporto del RPC;
  • La tracciabilità dell’operato del RPC;
  • La responsabilità del RPC e le esimenti;
  • I poteri del RPC (monitoraggio e vigilanza sull’attuazione e il rispetto del PTPC e del Codice di comportamento)
  • I dirigenti di settore e il loro ruolo nella predisposizione e nell’attuazione delle misure anticorruzione
  • I referenti per la prevenzione. Il rapporto del RPC con le articolazioni interne
  • Il personale impiegato nelle aree a rischio corruzione
  • Il piano nazionale anticorruzione (PNA)
  • Il piano triennale di prevenzione della corruzione (PTPC) della singola amministrazione; struttura e contenuti del PTPC; la mappatura dei rischi, l’individuazione delle aree di rischio (obbligatorie ed eventuali)
  • La procedura di approvazione del PTPC (modalità, fasi e scansione temporale degli adempimenti); l’adozione da parte dell’organo di indirizzo; l’aggiornamento del piano
  • Monitoraggio, verifica degli scostamenti e modifica del PTPC
  • Il rapporto e le interconnessioni del PTPC con il programma triennale per la trasparenza e l’integrità e il Piano triennale della performance ex d.lgs. 150/2009, nonché con il controllo di gestione e la programmazione strategica
  • Misure specifiche in materia di anticorruzione
  • La rotazionedelpersonale
  • I patti di integrità
  • Il monitoraggio dei rapporti con i beneficiari di vantaggi economici
  • Il monitoraggio del rispetto dei termini del procedimento
  • La tutela del dipendente che segnala illeciti (whislteblower) – cenni
  • La disciplina delle incompatibilità e il conferimento di incarichi – cenni
  • La formazione di commissioni e organi collegiali

La Trasparenza come misura di prevenzione della corruzione

  • La trasparenza come misura di prevenzione principale della corruzione.
  • L’individuazione del Responsabile per la trasparenza.
  • Il programma triennale per la trasparenza e l’integrità (PTTI). Le relazione con il piano triennale anticorruzione e il piano triennale della performance.
  • La qualità delle informazioni e dei dati soggetti ad obblighi di pubblicazione
  • Il diritto di accesso civico e i limiti alla trasparenza: i dati personali, i dati sensibili e i dati giudiziari
  • Le responsabilità in caso di mancato rispetto degli obblighi di comunicazione e trasparenza. Le sanzioni previste. La rilevazione delle omissioni o ritardi da parte del dirigente o da chiunque ne abbia interesse. L’eserciziodelpoteresostitutivo
  • L’architettura e i contenuti obbligatori dei siti web istituzionali
  • Il monitoraggio e la pubblicità dei tempi di emanazione dei provvedimenti, erogazione dei servizi e pagamenti della Pubblica Amministrazione
  • La comunicazione sul web della Pubblica Amministrazione con cittadini ed imprese. Il principio di trasparenzacontenutoneld.lgs. n. 33/2013.
  • Gli obblighi di pubblicazione contenuti nel d.lgs. n. 33/2013. Gli obblighi riguardanti l’organizzazione della PA e i componenti degli organi di indirizzo politico
  • Il regime di pubblicità di sovvenzioni, contributi, sussidi e vantaggi economici
  • La pubblicazione dei dati concernenti le prestazioni offerte e i servizi erogati, i contratti di lavori, servizi e forniture e i processi di pianificazione e valutazione delle opere pubbliche
  • La pubblicazione dei dati degli organismi controllati e partecipati e del patrimonio dell’ente
  • La pubblicazione dei dati relativi a consulenti e collaboratori, gestione del personale e valutazione della performance
  • La tutela giurisdizionale della trasparenza

Codice di comportamento e conflitto di interessi. La segnalazione del dipendente che commette illeciti 

  • Il Codice di comportamento
  • Il conflitto di interessi e l’obbligo di astensione: etica del dipendente pubblico e legittimità dell’azione amministrativa
  • La diffusione dell’etica pubblica e della cultura della legalità fra i dipendenti
  • Le responsabilità del dipendente pubblico
  • La segnalazione del dipendente che commette illeciti (c.d. whistleblower): la determinazione ANAC n. 6/2015.

I Piani Triennali di Prevenzione della Corruzione: L’integrazione con tutte le attività di programmazione prevista nel DL. 80/2021

  • Piano anticorruzione: la modalità semplificata per i piccoli Comuni
  • Analisi delle misure di prevenzione della corruzione nei PTPC (analisi del contesto, contenuti del piano, individuazione aree a rischio)
  • Le risorse umane come area a rischio corruzione rotazione del personale, mobilità, codice di comportamento, performance, incarichi .
  • Procedure di affidamento di lavori, servizi e forniture strumenti, requisiti, valutazione delle offerte, procedure negoziate, affidamenti diretti, varianti
  • Esame dei profili di rischio e analisi delle misure di prevenzione nella specifica area della gestione contributi, sussidi, vantaggi economici.
  • Privacy ed Organi Politici

Il corso è erogato in modalità videoconferenza in diretta.

Le istruzioni per accedere alla piattaforma verranno inviate al momento dell’attivazione del corso, tramite una e-mail con un link dal quale si potrà scaricare l’applicativo che permetterà di accedere all’aula virtuale il giorno del corso (consigliamo l’accesso almeno 10 minuti prima).

Il corso è fruibile da PC o tablet e non occorre la webcam; per poter porre domande oralmente occorre il microfono, altrimenti si potranno porre le domande tramite chat.

Si consiglia di  avere una connessione internet “stabile”.
I requisiti minimi di sistema per poter accedere alla videoconferenza sono i seguenti:

  • Browser: Chrome, Firefox, Edge, Safari
  • Sistema operativo: Windows 7 o superiori, MacOS 10.9 o superiori

Durante  la videoconferenza in diretta (a differenza di quanto avviene nei webinar gratuiti), sarà possibile interagire con il docente e porre domande (premendo il tasto “alza la mano”, il docente attiverà il vostro microfono e potrete porre la domanda); per chi non fosse dotato di microfono, è comunque possibile porre domande scritte durante il corso tramite apposita chat.

Il corso è corredato di materiale didattico accessibile dall’area riservata  CALDARINI&associati, utilizzando le credenziali che verranno inviate tramite e-mail contestualmente all’attivazione del corso.

Nei giorni successivi al corso, sempre nell’area riservata, verrà resa disponibile la registrazione, fruibile per 30 giorni.

Durante il corso in modalità videoconferenza è possibile interagire con il docente e porre domande in diretta (premendo il tasto “alza la mano”, verrà attivato il vostro microfono e potrete porre la domanda); per chi non fosse dotato di microfono, è comunque possibile porre domande scritte durante il corso tramite apposita chat.

E’ possibile anche anticipare quesiti al docente tramite invio a segreteria@caldarinieassociati.it , nonché inviarne nei giorni successivi al corso.

Il corso è a numero chiuso, le iscrizioni saranno accettate in ordine di arrivo.

Iscrizioni entro il 18/11/211 Iscrizioni dopo il 18/11/21
Enti pubblici e Privati € 260 € 320
Piccoli Comuni
(fino 8.000 ab.)
€ 200 € 260
Ingresso con
Abbonamento  sottoscritto prima del 31/03/2020 
1 ingresso = 1 partecipante 1 ingresso = 1 partecipante
Ingresso con
Abbonamento sottoscritto dopo il 1/04/20202

4 ore/uomo = 1 partecipante

 

4 ore/uomo = 1 partecipante

 

Gli importi si intendono + iva 22 %; se la fattura è intestata ad Ente pubblico, la quota è esente iva ai sensi dell’art. 10, DPR 633/72 e successive  modificazioni e all’importo si somma la rivalsa di 2 euro della marca da bollo. 

 

LE QUOTE COMPRENDONO  accesso alla diretta del corso, materiale didattico in formato elettronico e accesso all’Area riservata CALDARINI&associati.

Ente pubblico – il pagamento dovrà avvenire entro 30 giorni e copia di Determina o Buono ordine o altro impegno dovrà essere trasmessa prima del corso alla segreteria organizzativa.

Azienda privata o persona fisica che partecipa al corso a titolo personale – il pagamento dovrà avvenire prima del corso e copia della ricevuta del bonifico dovrà essere trasmessa alla segreteria organizzativa.

Note per sconti e promozioni

  1. Le iscrizioni pervenute fino al 18 novembre usufruiscono di una quota agevolata
  2. ABBONAMENTO CORSI sono previste condizioni agevolate per le iscrizioni multiple, contattare la segreteria organizzativa tramite tel. 0522.337678 o e-mail a segreteria@caldarinieassociati.it

Codici-prodotto MEPA per quote di partecipazione corsi a catalogo (clicca qui)

Segreteria organizzativa
tel 0522.337678
e-mail segreteria@caldarinieassociati.it