TECNICHE DI REDAZIONE DEGLI ATTI AMMINISTRATIVI E “PLAIN LANGUAGE”

  • Data/e
    mercoledì 5 maggio 2021
  • Orario
    9.00-13.00/14.00-16.00
  • Sede
    VIDEOCONFERENZA IN DIRETTA

Docente

BARBARA MONTINI

Avvocato Ufficio Legale Comune Capoluogo - Specializzata in Diritto amministrativo e Scienza dell'amministrazione presso la Spisa.
Scopri di più

Dirigenti, Funzionari, Responsabili e loro collaboratori, Dipendenti di Ente Pubblico Locale, Regione e ASP.

L’evoluzione digitale della Pubblica Amministrazione, la necessità di intervenire  anche nelle situazioni più complesse ed urgenti e di adottare un linguaggio semplice e comprensibile, per un’Amministrazione che riesca a comunicare con il cittadino, richiede una sempre maggior  padronanza  nelle tecniche di redazione in un’ottica di semplificazione che consenta, al contempo, il rispetto della  legittimità anche alla luce delle novità introdotte dal c.d. Decreto Semplificazioni (D.L. 76/2020 conv. nella L. 120/2020)  e della tutela imprescindibile della privacy.

Gli atti amministrativi ‘leggibili’

  • Il ‘plain language’ o  ‘linguaggio semplice’ per redigere atti chiari, semplici e snelli
    • Leggibilità e comprensibilità dei testi: l’uso del plain language
    • Il plain language  o ‘linguaggio semplice’ come antitesi del burocratese
    • Perché applicare il plain language alla redazione degli atti amministrativi
    • Il plain language come processo. Le indicazioni pratiche per redigere un “atto snello”

Gli atti amministrativi ‘legittimi’

  • Gli elementi dell’atto amministrativo, le fasi procedimentali
    • Il richiamo agli elementi essenziali e formali dell’atto amministrativo
    • Il procedimento amministrativo. I collegamenti tra elementi formali e procedimento amministrativo
    • Le fasi del procedimento amministrativo alla luce delle novità del c.d. Decreto
    • Semplificazioni (D.L. 76/2020) convertito nella L. 120/2020

Gli atti amministrativi ‘digitali’

  • L’evoluzione digitale della pubblica amministrazione.
    • Il documento informatico. Gli elementi del documento informatico
    • Le fasi del documento informatico.
    • Il fascicolo informatico. Il domicilio digitale del cittadino alla luce delle recenti novità normative: le modifiche al CAD e le Linee guida AGID sul nuovo Indice nazionale dei domicili digitali delle persone fisiche INAD  –
    • L’utilizzo della pec come strumento di comunicazione e notificazione per la Pubblica
    • Amministrazione: la nuova piattaforma per la notificazione degli atti introdotta dal c.d. decreto semplificazioni

Gli atti amministrativi ‘leciti’

  • Trasparenza, pubblicità e tutela della privacy
    • Come contemperare le esigenze di trasparenza e pubblicità con il rispetto
    • della privacy – il GDPR ed il quadro normativo di riferimento in materia di privacy (cenni)
    • Le indicazioni del Garante ed il bilanciamento privacy e trasparenza.
    • Indicazioni operative per il rispetto della privacy nella redazione degli atti
  • La creazione di una check list per la redazione degli atti nel rispetto della privacy

LE INDICAZIONI OPERATIVE

  • Come redigere una determina dirigenziale
    • Analisi degli elementi formali della determinazione dirigenziale e loro redazione –Le fasi di gestione della spesa
    • Gli errori da evitare
    • Collegamento tra elementi formali e fasi procedimentali: analisi
    • Le diverse tipologie di determinazioni ed atti dirigenziali
    • Analisi di casi concreti
    • Regole operative per la tutela della privacy
  • Come redigere un atto deliberativo
    • Analisi degli elementi formali della deliberazione e loro redazione
    • Le diverse di tipologie di deliberazione
    • Gli errori da evitare
    • Regole operative per la tutela della privacy nella redazione degli atti deliberativi
  • Come redigere un’ordinanza
    • Analisi degli elementi formali delle ordinanze e loro redazione
    • Profili di illegittimità delle ordinanze
    • Il potere di ordinanza nei periodi emergenziali : le novità per quanto riguarda le ordinanze sindacali contingibili ed urgenti in relazione ai singoli elementi formali
  • La creazione di una check list per la creazione di un atto amministrativo

Il corso è erogato in modalità videoconferenza in diretta.

Le istruzioni per accedere alla piattaforma verranno inviate al momento dell’attivazione del corso, tramite una e-mail con un link dal quale si potrà scaricare l’applicativo che permetterà di accedere all’aula virtuale il giorno del corso (consigliamo l’accesso almeno 10 minuti prima).

Il corso è fruibile da PC o tablet e non occorre la webcam; per poter porre domande oralmente occorre il microfono, altrimenti si potranno porre le domande tramite chat.

Si consiglia di  avere una connessione internet “stabile”.
I requisiti minimi di sistema per poter accedere alla videoconferenza sono i seguenti:

  • Browser: Chrome, Firefox, Edge, Safari
  • Sistema operativo: Windows 7 o superiori, MacOS 10.9 o superiori

Durante  la videoconferenza in diretta (a differenza di quanto avviene nei webinar gratuiti), sarà possibile interagire con il docente e porre domande (premendo il tasto “alza la mano”, il docente attiverà il vostro microfono e potrete porre la domanda); per chi non fosse dotato di microfono, è comunque possibile porre domande scritte durante il corso tramite apposita chat.

Il corso è corredato di materiale didattico accessibile dall’area riservata  CALDARINI&associati, utilizzando le credenziali che verranno inviate tramite e-mail contestualmente all’attivazione del corso.

Nei giorni successivi al corso, sempre nell’area riservata, verrà resa disponibile la registrazione, fruibile per 30 giorni.

Durante il corso in modalità videoconferenza è possibile interagire con il docente e porre domande in diretta (premendo il tasto “alza la mano”, verrà attivato il vostro microfono e potrete porre la domanda); per chi non fosse dotato di microfono, è comunque possibile porre domande scritte durante il corso tramite apposita chat.

E’ possibile anche anticipare quesiti al docente tramite invio a segreteria@caldarinieassociati.it , nonché inviarne nei giorni successivi al corso.

Il corso è a numero chiuso, le iscrizioni saranno accettate in ordine di arrivo per un numero massimo di 30 partecipanti.

Iscrizioni entro il 28/04/211 Iscrizioni dopo il 28/04/21
Enti pubblici e Privati € 350 € 390
Piccoli Comuni
(fino 8.000 ab.)
€ 290 € 350
Ingresso con
Abbonamento  sottoscritto prima del 31/03/2020 
1 ingresso = 1 partecipante 1 ingresso = 1 partecipante
Ingresso con
Abbonamento sottoscritto dopo il 1/04/20202
6 ore/uomo = 1 partecipante 6 ore/uomo = 1 partecipante
Gli importi si intendono + iva 22 %; se la fattura è intestata ad Ente pubblico, la quota è esente iva ai sensi dell’art. 10, DPR 633/72 e successive  modificazioni e all’importo si somma la rivalsa di 2 euro della marca da bollo. 

 

Ente pubblico – il pagamento dovrà avvenire entro 30 giorni e copia di Determina o Buono ordine o altro impegno dovrà essere trasmessa prima del corso alla segreteria organizzativa.

Azienda privata o persona fisica che partecipa al corso a titolo personale – il pagamento dovrà avvenire prima del corso e copia della ricevuta del bonifico dovrà essere trasmessa alla segreteria organizzativa.

Note per sconti e promozioni

  1. Le iscrizioni pervenute fino al 28 aprile usufruiscono di una quota agevolata
  2. ABBONAMENTO CORSI sono previste condizioni agevolate per le iscrizioni multiple, contattare la segreteria organizzativa tramite tel. 0522.337678 o e-mail a segreteria@caldarinieassociati.it

Codici-prodotto MEPA per quote di partecipazione corsi a catalogo (clicca qui)

Segreteria organizzativa
tel 0522.337678
e-mail segreteria@caldarinieassociati.it