TECNICHE DI REDAZIONE DEGLI ATTI AMMINISTRATIVI E “PLAIN LANGUAGE”

  • Data/e
    Validità di 3 mesi dall’invio delle credenziali
  • Durata
    video 6 ore + materiali + 2 quesiti
  • Sede
    ON-LINE

Docente

BARBARA MONTINI

Avvocato Ufficio Legale Comune Capoluogo - Specializzata in Diritto amministrativo e Scienza dell'amministrazione presso la Spisa.
Scopri di più

Dirigenti, Funzionari, Responsabili e loro collaboratori, Dipendenti di Ente Pubblico Locale, Regione e ASP.

Gli atti amministrativi ‘leggibili’

  • Il ‘plain language’ o  ‘linguaggio semplice’ per redigere atti chiari, semplici e snelli
    • Leggibilità e comprensibilità dei testi: l’uso del plain language
    • Il plain language  o ‘linguaggio semplice’ come antitesi del burocratese
    • Perché applicare il plain language alla redazione degli atti amministrativi
    • Il plain language come processo. Le indicazioni pratiche per redigere un “atto snello”

Gli atti amministrativi ‘legittimi’

  • Gli elementi dell’atto amministrativo, le fasi procedimentali
    • Il richiamo agli elementi essenziali e formali dell’atto amministrativo
    • Il procedimento amministrativo. I collegamenti tra elementi formali e procedimento amministrativo
    • Le fasi del procedimento amministrativo alla luce delle novità del c.d. Decreto
    • Semplificazioni (D.L. 76/2020) convertito nella L. 120/2020

Gli atti amministrativi ‘digitali’

  • L’evoluzione digitale della pubblica amministrazione.
    • Il documento informatico. Gli elementi del documento informatico
    • Le fasi del documento informatico.
    • Il fascicolo informatico. Il domicilio digitale del cittadino alla luce delle recenti novità normative: le modifiche al CAD e le Linee guida AGID sul nuovo Indice nazionale dei domicili digitali delle persone fisiche INAD  –
    • L’utilizzo della pec come strumento di comunicazione e notificazione per la Pubblica
    • Amministrazione: la nuova piattaforma per la notificazione degli atti introdotta dal c.d. decreto semplificazioni

Gli atti amministrativi ‘leciti’

  • Trasparenza, pubblicità e tutela della privacy
    • Come contemperare le esigenze di trasparenza e pubblicità con il rispetto
    • della privacy – il GDPR ed il quadro normativo di riferimento in materia di privacy (cenni)
    • Le indicazioni del Garante ed il bilanciamento privacy e trasparenza.
    • Indicazioni operative per il rispetto della privacy nella redazione degli atti
  • La creazione di una check list per la redazione degli atti nel rispetto della privacy

LE INDICAZIONI OPERATIVE

  • Come redigere una determina dirigenziale
    • Analisi degli elementi formali della determinazione dirigenziale e loro redazione –Le fasi di gestione della spesa
    • Gli errori da evitare
    • Collegamento tra elementi formali e fasi procedimentali: analisi
    • Le diverse tipologie di determinazioni ed atti dirigenziali
    • Analisi di casi concreti
    • Regole operative per la tutela della privacy
  • Come redigere un atto deliberativo
    • Analisi degli elementi formali della deliberazione e loro redazione
    • Le diverse di tipologie di deliberazione
    • Gli errori da evitare
    • Regole operative per la tutela della privacy nella redazione degli atti deliberativi
  • Come redigere un’ordinanza
    • Analisi degli elementi formali delle ordinanze e loro redazione
    • Profili di illegittimità delle ordinanze
    • Il potere di ordinanza nei periodi emergenziali : le novità per quanto riguarda le ordinanze sindacali contingibili ed urgenti in relazione ai singoli elementi formali
  • La creazione di una check list per la creazione di un atto amministrativo

Il corso è fruibile on-line su computer, tablet o smartphone e le lezioni possono essere seguite in qualsiasi momento della giornata, accedendo all’Area riservata CALDARINI&associati con le credenziali inviate tramite e-mail al momento dell’iscrizione al corso.

Il corso è composto

  • Videoregistrazione della lezione tenuta dal docente (registrata in data 5 maggio 2021) – durata 6 ore
  • 2 quesiti al docente
  • Slides

L’accesso al corso è valido per un periodo di 3 mesi.

Quota di iscrizione a persona
Enti pubblici e Privati € 350
Piccoli Comuni
(fino 8.000 ab.)
€ 290
Ingresso con
Abbonamento  sottoscritto prima del 31/03/2020 
ingresso =

1 partecipante

Ingresso con
Abbonamento sottoscritto dopo il 1/04/20201
6 ore/uomo =

1 partecipante

Gli importi si intendono + iva 22 %; se la fattura è intestata ad Ente pubblico, la quota è esente iva ai sensi dell’art. 10, DPR 633/72 e successive  modificazioni e all’importo si somma la rivalsa di 2 euro della marca da bollo. 

 

LE QUOTE COMPRENDONO accesso all’Area riservata CALDARINI&associati, fruizione del corso on-line e materiale in formato elettronico, 2 quesiti al docente, attestato di partecipazione.

Ente pubblico – il pagamento dovrà avvenire entro 30 giorni e copia di Determina o Buono ordine o altro impegno dovrà essere trasmessa prima della fruizione del corso alla segreteria organizzativa.

Azienda privata o persona fisica che partecipa al corso a titolo personale – il pagamento dovrà avvenire prima della fruizione del corso e copia della ricevuta del bonifico dovrà essere trasmessa alla segreteria organizzativa.

Note per sconti e promozioni

  1. ABBONAMENTO CORSI sono previste condizioni agevolate per le iscrizioni multiple, contattare la segreteria organizzativa tramite tel. 0522.337678 o e-mail a segreteria@caldarinieassociati.it

Codici-prodotto MEPA per quote di partecipazione corsi a catalogo (clicca qui)

Segreteria organizzativa
tel 0522.337678
e-mail segreteria@caldarinieassociati.it