LA RIFORMA DEL PROCESSO TRIBUTARIO – TRIBUTI LOCALI E GESTIONE DEL NUOVO PROCESSO TRIBUTARIO

  • Data/e
    mercoledì 5 ottobre 2022
  • Orario
    9.00-13.00/14.00-16.00
  • Sede
    ON-LINE IN DIRETTA

Docente

TROVATO SERGIO

Avvocato. Consulente di società private e amministrazioni pubbliche, Giornalista-Pubblicista, Consulente di “Italia Oggi”, Consulente di “Milano Finanza”, ex collaboratore de “Il Sole 24 Ore”, Consulente scientifico Leggi D’Italia, Consulente Anci.
Scopri di più

Dirigenti, Responsabili e loro Collaboratori di Settore Finanziario e Tributario di Ente Pubblico Locale, Regione.

La finalità del seminario è quella di fornire ai partecipanti tutte le indicazioni sulle novità contenute nella legge di riforma del processo tributario, partendo da un’analisi delle controversie pendenti innanzi ai giudici tributari e alla Cassazione e delle sentenze emanate. L’esame della giurisprudenza recente consentirà ai dirigenti e ai funzionari responsabili degli enti un riesame del proprio operato, adottando eventualmente provvedimenti di autotutela finalizzati a evitare, se possibile, la condanna al pagamento delle spese processuali. La legge di riforma, peraltro, prevede una riduzione del contenzioso pendente innanzi alla Corte suprema, consentendo ai contribuenti di porre fine al contenzioso pagando una quota percentuale del dovuto, a seconda del valore della causa e dell’esito del giudizio. Gli enti locali possono scegliere se istituire il condono, con regolamento. Per quanto concerne, invece, le regole tecniche sono state apportate sostanziali modifiche alla giurisdizione tributaria, con l’istituzione di giudici professionali. Una delle novità di rilievo è l’incentivazione del ricorso agli strumenti deflattivi del processo. In particolare, poi, è stato istituito il giudice monocratico, per le controversie di modesto valore, con limiti alle impugnazioni delle sentenze; sono state rafforzate le procedure di sospensione giudiziale degli atti, di conciliazione e mediazione, con una maggiore responsabilità del funzionario in caso di rifiuto ingiustificato delle istanze di reclamo e delle proposte di definizione formulate dai contribuenti; è stato abolito il divieto di prova testimoniale, con un procedimento ad hoc di escussione dei testimoni, nei casi in cui è ammessa la prova. Infine, la nuova disciplina pone a carico degli enti impositori l’onere di fornire le prove sulla fondatezza delle pretese tributarie.

GESTIONE DEL PROCESSO TRIBUTARIO E DEFINIZIONE AGEVOLATA DELLE CAUSE PENDENTI

  • Analisi del contenzioso in materia di tributi locali
  • Le questioni più ricorrenti e le prese di posizione della giurisprudenza recente, di legittimità e di merito
  • Le possibilità di definizione delle cause pendenti
  • Gli strumenti deflattivi del contenzioso
  • Il condono delle cause pendenti innanzi alla Cassazione, previsto dalla legge di riforma del processo
  • Le somme dovute dai contribuenti, in base al valore della controversia e all’esito del giudizio
  • La scelta degli enti locali di avvalersi del condono
  • Il recepimento, con regolamento, delle condizioni fissate dalla legge per istituire la definizione agevolata delle controversie

LE NUOVE REGOLE TECNICHE NEL CONTENZIOSO TRIBUTARIO

  • La giurisdizione tributaria
  • I nuovi giudici tributari togati, a tempo pieno
  • Le nuove Corti di giustizia tributaria, di primo e secondo grado
  • Gli ambiti di competenza territoriale
  • Le modifiche alle norme processual
  • Il giudice monocratico
  • Il valore delle controversie
  • La determinazione del loro valore
  • Le cause di valore indeterminabile
  • Le regole applicabili
  • I limiti all’impugnazione delle sentenze del giudice monocratico
  • La sospensione giudiziale
  • La sospensione della riscossione in seguito all’accoglimento dell’istanza
  • L’abbreviazione dei termini
  • Immediatezza delle pronunce
  • Udienza sulla sospensiva e udienza di trattazione
  • Modalità di svolgimento delle udienze in camera di consiglio e in pubblica udienza
  • Il rafforzamento della conciliazione giudiziale
  • La conciliazione su proposta della Corte di giustizia tributaria
  • Le questioni di facile e pronta soluzione
  • La condanna alle spese processuali maggiorata in caso di rifiuto
  • La condanna in caso di rigetto ingiustificato dell’istanza di reclamo o della proposta di mediazione
  • La motivazione del rigetto dell’istanza di reclamo o della proposta di mediazione
  • La responsabilità amministrativa del funzionario per il rigetto del reclamo o per il rifiuto della mediazione
  • L’esclusione del giuramento
  • L’abolizione del divieto della prova testimoniale
  • Forme e modalità per l’escussione dei testimoni
  • I poteri del giudice sull’ammissione della prova
  • L’onere della prova in giudizio
  • La prova della fondatezza della pretesa a carico dell’amministrazione
  • L’annullamento dell’atto impositivo e delle sanzioni irrogate per carenza degli elementi probatori
  • Inversione dell’onere della prova per le domande di rimborso

Risposte ai quesiti dei partecipanti

Il corso è erogato in modalità on-line in diretta.

Le istruzioni per accedere alla piattaforma verranno inviate al momento dell’attivazione del corso, tramite una e-mail con un link dal quale si potrà scaricare l’applicativo che permetterà di accedere all’aula virtuale il giorno del corso (consigliamo l’accesso almeno 10 minuti prima).

Il corso è fruibile da PC o tablet e non occorre la webcam; per poter porre domande oralmente occorre il microfono, altrimenti si potranno porre le domande tramite chat.

Si consiglia di  avere una connessione internet “stabile”.
I requisiti minimi di sistema per poter accedere al corso on-line sono i seguenti:

  • Browser: Chrome, Firefox, Edge, Safari
  • Sistema operativo: Windows 7 o superiori, MacOS 10.9 o superiori

Il corso è corredato di materiale didattico accessibile dall’area riservata CALDARINI&associati, utilizzando le credenziali che verranno inviate tramite e-mail contestualmente all’attivazione del corso.

E’ possibile, a seguito di richiesta, la fruizione, parziale o totale, del corso registrato in differita in caso di assenza il giorno del corso o di impegni che ne abbiamo impedito il completamento.

Durante il corso in modalità on-line in diretta è possibile interagire con il docente e porre domande; per chi non fosse dotato di microfono, è comunque possibile porre domande scritte durante il corso tramite apposita chat.

E’ possibile anche anticipare quesiti al docente tramite invio a segreteria@caldarinieassociati.it , nonché inviarne nei giorni successivi al corso.

Il corso è a numero chiuso, le iscrizioni saranno accettate in ordine di arrivo.

Iscrizioni corso in diretta entro il 28/09/221 Iscrizioni corso in diretta dopo il 28/09/22 Corso on-line in differita

( prezzo a partecipante)3

Enti pubblici e Privati € 390 € 480 € 390
Piccoli Comuni
(fino 8.000 ab.)
€ 300 € 390 € 300
Ingresso con
Abbonamento  sottoscritto prima del 31/03/2020 
1 ingresso = 1 partecipante 1 ingresso = 1 partecipante 1 ingresso = 1 partecipante
Ingresso con
Abbonamento sottoscritto dopo il 1/04/20202

6 ore/uomo = 1 partecipante 6 ore/uomo = 1 partecipante 6 ore/uomo = 1 partecipante
Gli importi si intendono + iva 22 %; se la fattura è intestata ad Ente pubblico, la quota è esente iva ai sensi dell’art. 10, DPR 633/72 e successive  modificazioni e all’importo si somma la rivalsa di 2 euro della marca da bollo. 

 

LE QUOTE COMPRENDONO  accesso alla diretta del corso, materiale didattico in formato elettronico e accesso all’Area riservata CALDARINI&associati.

Ente pubblico – il pagamento dovrà avvenire entro 30 giorni e copia di Determina o Buono ordine o altro impegno dovrà essere trasmessa prima del corso alla segreteria organizzativa.

Azienda privata o persona fisica che partecipa al corso a titolo personale – il pagamento dovrà avvenire prima del corso e copia della ricevuta del bonifico dovrà essere trasmessa alla segreteria organizzativa.

Note per sconti e promozioni

  1. Le iscrizioni pervenute fino al 28 settembre usufruiscono di una quota agevolata
  2. ABBONAMENTO CORSI sono previste condizioni agevolate per le iscrizioni multiple, contattare la segreteria organizzativa tramite tel. 0522.337678 o e-mail a segreteria@caldarinieassociati.it 
  3. La registrazione è fruibile, previa attivazione del corso, a partire dalla data del 6 ottobre 2022. (In caso di problematiche audio e video durante la diretta, che ne limitano la qualità, il corso in differita non potrà essere acquistato). Sono previste condizioni agevolate per le iscrizioni multiple; contattare la segreteria organizzativa tramite tel. 0522.337678 o e-mail a segreteria@caldarinieassociati.it  

Codici-prodotto MEPA per quote di partecipazione corsi a catalogo (clicca qui)

Segreteria organizzativa
tel 0522.337678
e-mail segreteria@caldarinieassociati.it