LE DIVERSE FORME CONTRATTUALI PER GESTIRE I SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA’ – L’affidamento dei servizi nei Comuni attraverso contratti e convenzioni

Dirigenti, Funzionari e dipendenti degli Uffici servizi alla persona e alla comunità, servizi sociali, uffici gare e contratti, segreterie; Segretari e Direttori.

Il corso esaminerà le principali forme contrattuali utilizzate dai comuni, finalizzate ad affidare i servizi sociali, culturali, ricreativi e sportivi. Con un taglio pratico e attraverso l’esame di casi concreti verranno passate in rassegna le principali forme contrattuali, le loro caratteristiche e le differenze, alla luce delle novità normative, giurisprudenziali e delle linee guida ANAC in materia di servizi sociali.

  • L’appalto di servizi nel codice dei contratti. Le novità introdotte dalla Legge 55/19 (Sblocca – cantieri). L’Allegato IX e i servizi alla persona e alla comunità. Gli articoli 142 e 143 del codice. Gli appalti riservati. Il regime speciale dei servizi sociali. Le linee guida ANAC in materia di servizi sociali. L’affidamento dei servizi attraverso le procedure negoziate di cui all’articolo 36 del codice. Gli affidamenti tramite MEPA e mercati elettronici. Esame della giurisprudenza. La gara europea. Le norme del codice applicabile agli appalti di servizi sociali e dell’Allegato IX. L’affidamento di servizi infungibili. La qualità dei servizi. Esame di schemi contrattuali. Il partenariato per l’innovazione nei servizi sociali. Una forma particolare di appalto di servizi, la convenzione con le cooperative sociali. Esame della L.381/91. Esame di affidamenti a cooperative sociali di tipo A e cooperative sociali di tipo B. L’appalto di servizi a enti del terzo settore. Gli appalti esclusi ai sensi dell’articolo 4 del codice. Accordi e contratti esclusi.
  • Gli accordi di co-programmazione e co-progettazione. Esame della normativa di riferimento, codice del terzo settore. Accordi per la gestione di servizi innovativi e sperimentali. Esempi di co-programmazione. Differenze rispetto all’appalto. La posizione di ANAC e del Consiglio di Stato.
  • La convenzione a rimborso con gli enti del terzo settore. Esempi di convenzioni. La giurisprudenza italiana ed europea sulle convenzioni. Casi di progetti costruiti con il volontariato. Come costruire un progetto. I soggetti che possono stipulare le convenzioni a rimborso. Regime fiscale delle convenzioni. Esame della giurisprudenza, convenzioni e contratti di appalto. Gli accordi di collaborazione quale alternativa alle convenzioni a rimborso.
  • La concessione di servizi alla persona e alla comunità. Esame degli articoli 164 e seguenti del codice dei contratti. Gli elementi costitutivi della concessione di servizi, il rischio operativo e l’equilibrio economico-finanziario. Esame di schemi di concessione dei servizi. Come costruire il piano economico-finanziario. I pareri ANAC sulla concessione. Concessione di servizi culturali. Una forma particolare di concessione, i servizi non economici di interesse generale. La problematica della concessione degli impianti sportivi, appalti o concessioni? Esame di schemi per la concessione di impianti sportivi.
  • La concessione in uso e i contratti immobiliari. Forme di contratti esclusi dal codice dei contratti. Esame della normativa di riferimento. Differenze con la concessione di servizi. Procedimento amministrativo per la concessione in uso. Concessione di beni del patrimonio artistico-culturale. Concessioni di beni immobili a condizioni agevolate ad enti del terzo settore per attività istituzionali. La valutazione della rilevanza sociale delle attività degli enti del terzo settore in funzione delle agevolazioni connesse alla concessione di immobili. Le forme contrattuali privatistiche, comodato e locazione, differenze con la concessione. La normativa in materia di locazioni.

Il corso è a numero chiuso, le iscrizioni saranno accettate in ordine di arrivo.

Iscrizioni entro il 11/10/19 1 Iscrizioni dopo il 11/10/19 Offerta PORTA 1 COLLEGA GRATIS 2
Enti pubblici e Privati € 350 € 400 SI
Piccoli Comuni
(fino 8.000 ab.)
€ 250 € 300 SI
Ingresso con
Abbonamento 3
1 ingresso 1 ingresso NO
Gli importi si intendono + iva 22 %; se la fattura è intestata ad Ente pubblico, la quota è esente iva ai sensi dell’art. 10, DPR 633/72 e successive  modificazioni e all’importo si somma la rivalsa di 2 euro della marca da bollo. 

 

LE QUOTE COMPRENDONO ingresso in aula, materiale didattico in formato elettronico e materiale di supporto, coffee break e, se il corso è a giornata intera, light lunch.

Ente pubblico – il pagamento dovrà avvenire entro 30 giorni e copia di Determina o Buono ordine o altro impegno dovrà essere trasmessa prima del corso alla segreteria organizzativa.

Azienda privata o persona fisica che partecipa al corso a titolo personale – il pagamento dovrà avvenire prima della data del corso e copia della ricevuta del bonifico dovrà essere trasmessa alla segreteria organizzativa.

Note per sconti e promozioni

  1. Le iscrizioni pervenute fino a 10 giorni prima della data del corso usufruiscono di una quota agevolata
  2. PORTA 1 COLLEGA GRATIS! Per iscrizioni provenienti dallo stesso Ente/Azienda è prevista la possibilità di una partecipazione gratuita alla medesima data con almeno due iscrizioni paganti (applicabile anche ai Comuni con popolazione inferiore a 8.000 abitanti; applicabile una volta sola alla medesima data, essendo possibile l’ingresso di un solo partecipante gratuito ad un corso da parte del medesimo Ente; non applicabile agli ingressi con l’utilizzo degli abbonamenti)
  3. ABBONAMENTO CORSI sono previste condizioni agevolate per le iscrizioni multiple, contattare la segreteria organizzativa tramite tel. 0522.337678 o e-mail a segreteria@caldarinieassociati.it

Codici-prodotto MEPA per quote di partecipazione corsi a catalogo (clicca qui)

Segreteria organizzativa
tel 0522.337678
e-mail segreteria@caldarinieassociati.it

torna su