LA TRASPARENZA AMMINISTRATIVA E IL DIRITTO DI ACCESSO – dalla Legge 241/1990 al D. Lgs. 97/2016. Il D. Lgs. 33/2013 e i suoi riflessi nella stesura e pubblicazione degli atti. Il regolamento europeo 679/2016, il decreto di adeguamento D.Lgs. 101/2018 e le modifiche al codice privacy

  • Data/e
    giovedì 17 ottobre 2019
  • Orario
    9,15 – 13,00 / 14,15 – 16,30
  • Sede
    MILANO
  • Luogo
    Doria Grand Hotel

    Viale Andrea Doria, 22 - Milano

Dirigenti, Funzionari, Responsabili e loro collaboratori, Dipendenti di Ente Pubblico Locale, Regione e ASP.

La normativa in materia di trasparenza e accesso, protezione dei dati e riservatezza:

  • Dalla legge 241/90 al decreto legislativo 97/2016, attraverso la legge 190/2012, il decreto legislativo 33/2013, la Legge Madia (n. 124/2015) e il decreto legislativo 97/2016.
  • La public review e l’accountability, la pubblicazione, la trasparenza e la diffusione delle informazioni ed il Freedom of Information Act (FOIA).

Il diritto di accesso:

  • Le fonti, i soggetti attivi e passivi, i controinteressati, l’oggetto dell’accesso, esclusioni e limitazioni. L’interesse e le recenti riforme che lo riguardano. Il procedimento.
  • Le diverse forme di accesso previste dall’ordinamento:
    • l’accesso dei consiglieri comunali (art. 43 TUEL)
    • l’informazione ambientale (D. Lgs. 195/2005)
    • il nuovo accesso digitale nella Legge 190/2012
    • l’accesso nel nuovo codice dei contratti (D. Lgs. 50/2016).

Il nuovo accesso civico:

  • Il nuovo art. 5 del Decreto Trasparenza:
    • confronto tra l’accesso con la L. 241/90 e l’art. 5 del decreto 33/2013 prima del D. Lgs. 97/2016
    • i soggetti attivi e passivi
    • i controinteressati
    • l’oggetto dell’accesso (documenti, atti, dati)
    • esclusioni e limitazioni
    • il procedimento
  • Le finalità del nuovo accesso civico a confronto con le finalità dell’accesso ordinario.
  • L’evoluzione dell’istituto negli interventi del Garante e della giurisprudenza più recente

Gli obblighi delle Pubbliche Amministrazioni in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni:

  • La nuova disciplina relativa agli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle Pubbliche Amministrazioni.
  • Le criticità relative alla pubblicazione web:
    • aspetti soggettivi e oggettivi, procedurali e sanzionatori;
    • Il c.d. GDPR, ovvero il regolamento europeo 679/2016, il decreto di adeguamento D.Lgs. 101/2018 e le modifiche al Codice privacy

La vicenda della pubblicazione dei redditi dei dirigenti

  • Dall’ordinanza cautelare del Tar Lazio n. 1030/2017 alla sentenza della Corte costituzionale n. 20/2019.
  • La delibera n. 586/2019 di Anac e le modifiche alle delibere n. 241 e 1134 del 2017 in tema di obblighi di pubblicazione

I provvedimenti del Garante per la protezione dei dati personali

  • Le linee guida in materia di trattamento dei dati personali, contenuti anche in atti e documenti amministrativi effettuato per finalità di pubblicità e trasparenza sul web da soggetti pubblici e altri enti obbligati (provv. n. 243/2014)
  • Focus sui pronunciamenti del Garante per la protezione dei dati personali ai sensi dell’art. 5 commi 7 e 8 del D.Lgs. 33/2013

Altri provvedimenti in materia di trasparenza

  • La circolare n. 2/2017 e 1/2019 del Ministero per la semplificazione e la pubblica amministrazione sull’attuazione delle norme in materia di accesso civico generalizzato
  • Casistica giurisprudenziale: Ufficio LLPP e gare, accesso dei consiglieri comunali, ufficio tributi, ufficio edilizia residenziale popolare, ufficio edilizia privata e commercio, ufficio affari generali, ufficio servizi scolastici, Polizia municipale, ufficio personale e concorsi, ufficio servizi sociali

Il corso è a numero chiuso, le iscrizioni saranno accettate in ordine di arrivo.

Iscrizioni entro il 7/10/19 1 Iscrizioni dopo il 7/10/19 Offerta PORTA 1 COLLEGA GRATIS 2
Enti pubblici e Privati € 350 € 400 SI
Piccoli Comuni
(fino 8.000 ab.)
€ 250 € 300 SI
Ingresso con
Abbonamento 3
1 ingresso 1 ingresso NO
Gli importi si intendono + iva 22 %; se la fattura è intestata ad Ente pubblico, la quota è esente iva ai sensi dell’art. 10, DPR 633/72 e successive  modificazioni e all’importo si somma la rivalsa di 2 euro della marca da bollo. 

 

LE QUOTE COMPRENDONO ingresso in aula, materiale didattico in formato elettronico e materiale di supporto, coffee break e, se il corso è a giornata intera, light lunch.

Ente pubblico – il pagamento dovrà avvenire entro 30 giorni e copia di Determina o Buono ordine o altro impegno dovrà essere trasmessa prima del corso alla segreteria organizzativa.

Azienda privata o persona fisica che partecipa al corso a titolo personale – il pagamento dovrà avvenire prima della data del corso e copia della ricevuta del bonifico dovrà essere trasmessa alla segreteria organizzativa.

Note per sconti e promozioni

  1. Le iscrizioni pervenute fino a 10 giorni prima della data del corso usufruiscono di una quota agevolata
  2. PORTA 1 COLLEGA GRATIS! Per iscrizioni provenienti dallo stesso Ente/Azienda è prevista la possibilità di una partecipazione gratuita alla medesima data con almeno due iscrizioni paganti (applicabile anche ai Comuni con popolazione inferiore a 8.000 abitanti; applicabile una volta sola alla medesima data, essendo possibile l’ingresso di un solo partecipante gratuito ad un corso da parte del medesimo Ente; non applicabile agli ingressi con l’utilizzo degli abbonamenti)
  3. ABBONAMENTO CORSI sono previste condizioni agevolate per le iscrizioni multiple, contattare la segreteria organizzativa tramite tel. 0522.337678 o e-mail a segreteria@caldarinieassociati.it

Codici-prodotto MEPA per quote di partecipazione corsi a catalogo (clicca qui)

Segreteria organizzativa
tel 0522.337678
e-mail segreteria@caldarinieassociati.it

torna su