I PROGETTI UTILI ALLA COLLETTIVITA’ (PUC) – Adempimenti in carico ai Comuni nell’ambito della gestione del reddito di cittadinanza

  • Data/e
    martedì 14 gennaio 2020
  • Orario
    9,15 – 13,00 / 14,15 – 16,30
  • Sede
    BOLOGNA
  • Luogo
    Zan Hotel Europa

    Via Cesare Boldrini, 11 - Bologna

Docente

NICOLETTA BARACCHINI

Laureata in Giurisprudenza presso l'Università di Firenze Giurista con studi a Imola e Milano. Esperto di legislazione sociale e sanitaria, consulente ANCI in materia di ISEE, componente del gruppo ministeriale sull'attuazione dell'ISEE. Collabora con Regioni ed Enti locali per le normative in materia programmazione, organizzazione, regolamentazione, gestione e valutazione di servizi alla persona, appalti, servizi innovativi, politiche di welfare, politiche tariffarie e ISEE. Formatore nazionale per enti di servizio civile - accreditato UNSC. Dal 2015 è docente presso CALDARINI&associati su tematiche riguardanti le aree dei servizi alla persona ed in particolare servizi sociali.
Scopri di più

Evento concluso.

Dirigenti, Responsabili e loro Collaboratori di Settore Servizi al cittadino di Comuni, Consorzi di Comuni e ambiti sociali ; Assistenti Sociali, Amministrativi, Responsabili di Servizio ed operatori servizi alla persona.

Il 22 ottobre, a stretto giro della Conferenza Unificata Stato-Città tenutasi il 17 ottobre, il Ministero del Lavoro e della Politiche Sociali ha finalmente emanato il Decreto attuativo del Reddito di Cittadinanza sui cosiddetti Progetti per i lavori Utili alla Collettività, o PUC, a cui tutti i beneficiari della misura, salvo specifiche eccezioni, sono tenuti a dare disponibilità.

Il provvedimento, che era atteso entro settembre, porta a compimento l’ultimo fondamentale tassello per la gestione del Reddito di Cittadinanza, benché ancora molto debba essere fatto per la sua attuazione operativa.

Ai sensi dell’art. 4 comma 5 del DL 4/19, l’amministrazione titolare dei PUC è il Comune, che può avvalersi della collaborazione di enti del terzo settore o di altri enti pubblici.

Le risorse per la predisposizione e gestione dei PUC sono quelle del PON Inclusione e del Fondo Povertà, che sono assegnate all’ambito.

Considerato anche il numero ingente dei soggetti che dovranno essere impegnati e collocati nei PUC, si genera oggi una complessità organizzativa che impegna i comuni, coordinati a livello di ambito, in una serie di attività amministrative e gestionali, che vanno tempestivamente affrontate per poter adempiere al compito assegnato, definire il catalogo, alimentare la piattaforma, e consentire ai beneficiari di restituire ore di utilità alla comunità locale.

Il corso, dal taglio teorico-pratico, intende fornire le competenze normative e metodologiche per poter progettare e realizzare sul territorio comunale i PUC.

  • I PUC: natura giuridica e finalità
  • Soggetti tenuti e categorie esonerate
  • Fonti di finanziamento dei PUC
  • Criteri di assegnazione in caso di esiguità di posti disponibili
  • Il ruolo dei Comuni nella predisposizione e gestione dei PUC
  • Il ruolo dell’ambito sociale e i rapporti (anche economici) tra ambito e comune
  • La necessaria collocazione dei beneficiari in attività dedicate al comune di residenza
  • Tempi e modi di definizione del catalogo da parte del comune; l’alimentazione della piattaforma GePI
  • I rapporti col centro per l’impiego per la gestione elle postazioni disponibili
    • Ambiti di realizzazione dei PUC:
    • Analisi dei fabbisogni e delle risorse comunali:
    • dalla verifica dei dati quantitativi sui beneficiari, e dalle loro composizioni nucleo, si identificheranno il numero dei posti e il numero delle ore necessarie ad impegnare i beneficiari
    • ricognizione e analisi delle sedi in cui collocare i progetti di pubblica utilità
    • ricognizione dei servizi comunali in cui è possibile collocare i progetti di pubblica utilità
    • ricognizione dei servizi in convenzione o gestiti dal terzo settore in cui è possibile collocare i progetti di pubblica utilità
  • I rapporti col terzo settore e con altri enti pubblici per la collocazione dei PUC
  • Gli atti e le procedure amministrative necessarie: Manifestazioni di interesse, Coprogettazioni, convenzioni
  • Gli atti di approvazione dei progetti
  • individuazione dei referenti delle sedi locali di progetto, loro formazione e coordinamento
  • struttura del progetto e suoi elementi essenziali
  • predisposizione dei progetti: elementi di project cycle management
  • assegnazione dei beneficiari ai progetti: precisa individuazione dei requisiti per il corretto matching con i beneficiari RdC
  • obblighi di sicurezza, assicurativi e formativi nei confronti dei soggetti collocati nei PUC
  • predisposizione degli strumenti amministrativi per la gestione delle presenze, assenze, giustificazioni, ecc.

Il corso è a numero chiuso, le iscrizioni saranno accettate in ordine di arrivo.

Iscrizioni entro il 4/01/20 1 Iscrizioni dopo il 4/01/20 Offerta PORTA 1 COLLEGA GRATIS 2
Enti pubblici e Privati € 350 € 400 SI
Piccoli Comuni
(fino 8.000 ab.)
€ 250 € 300 SI
Ingresso con
Abbonamento 3
1 ingresso 1 ingresso NO
Gli importi si intendono + iva 22 %; se la fattura è intestata ad Ente pubblico, la quota è esente iva ai sensi dell’art. 10, DPR 633/72 e successive  modificazioni e all’importo si somma la rivalsa di 2 euro della marca da bollo. 

 

LE QUOTE COMPRENDONO ingresso in aula, materiale didattico in formato elettronico e materiale di supporto, coffee break e, se il corso è a giornata intera, light lunch.

Ente pubblico – il pagamento dovrà avvenire entro 30 giorni e copia di Determina o Buono ordine o altro impegno dovrà essere trasmessa prima del corso alla segreteria organizzativa.

Azienda privata o persona fisica che partecipa al corso a titolo personale – il pagamento dovrà avvenire prima della data del corso e copia della ricevuta del bonifico dovrà essere trasmessa alla segreteria organizzativa.

Note per sconti e promozioni

  1. Le iscrizioni pervenute fino a 10 giorni prima della data del corso usufruiscono di una quota agevolata
  2. PORTA 1 COLLEGA GRATIS! Per iscrizioni provenienti dallo stesso Ente/Azienda è prevista la possibilità di una partecipazione gratuita alla medesima data con almeno due iscrizioni paganti (applicabile anche ai Comuni con popolazione inferiore a 8.000 abitanti; applicabile una volta sola alla medesima data, essendo possibile l’ingresso di un solo partecipante gratuito ad un corso da parte del medesimo Ente; non applicabile agli ingressi con l’utilizzo degli abbonamenti)
  3. ABBONAMENTO CORSI sono previste condizioni agevolate per le iscrizioni multiple, contattare la segreteria organizzativa tramite tel. 0522.337678 o e-mail a segreteria@caldarinieassociati.it

Codici-prodotto MEPA per quote di partecipazione corsi a catalogo (clicca qui)

Segreteria organizzativa
tel 0522.337678
e-mail segreteria@caldarinieassociati.it