I CONTROLLI DI COMPETENZA COMUNALE NELL’ATTUAZIONE DEL REDDITO DI CITTADINANZA – Controlli di residenza, soggiorno e del nucleo ai fini ISEE – Corso laboratorio per la definizione del piano controlli di cui all’art. 4 dell’accordo in CU del 4.07.2019

Dirigenti, Responsabili e loro Collaboratori di Settore Servizi al cittadino di Comuni, Consorzi di Comuni e ambiti sociali ; Assistenti Sociali, Amministrativi, Responsabili di Servizio ed operatori servizi alla persona; operatori anagrafe.

L’accesso al reddito di cittadinanza è condizionato alla presenza della residenza continuativa in Italia negli ultimi due anni e complessiva anche se non continuativa di almeno dieci anni.

Alla verifica di questo requisito è chiamato il Comune, secondo le modalità indicate nell’accordo in conferenza unificata del 4 luglio 2019. Nelle more della messa a regime delle funzionalità della piattaforma GePI, ai sensi della circolare ministeriale del 25 ottobre 2019, è in capo al comune di ultima residenza l’intera verifica dei requisiti, anche nei confronti dei comuni di precedente residenza.

L’accesso è altresì condizionato dalla presenza di un ISEE valido, i cui contenuti sono in gran parte verificati in automatico dall’INPS per il tramite del collegamento con la banca dati dell’Agenzia delle Entrate.

La verifica della composizione del nucleo familiare dichiarato, però, compete al comune di residenza, mediante la connessione di informazioni presenti negli archivi dell’ufficio anagrafe e dei servizi sociali.

L’accordo in conferenza unificata del 4 luglio scorso prevede la definizione di un piano controlli, da predisporsi entro il 4 ottobre 2019.

La giornata è articolata in due parti: una prima parte teorica per contestualizzare l’ambito delle competenze e delle responsabilità degli uffici anagrafi e dei servizi sociali nell’espletamento delle attività di controllo dei requisiti di accesso alla misura.

La seconda parte è invece proposta in forma laboratoriale, e i partecipanti, divisi in gruppi di lavoro, saranno guidati nella predisposizione di una bozza di piano controlli confacente al loro contesto di riferimento.

  • I requisiti di accesso al reddito di cittadinanza
  • Il requisito della residenza biennale e decennale
  • I requisiti di soggiorno
  • L’accordo in conferenza unificata del 4 luglio 2019
  • I controlli di residenza
  • I controlli di cittadinanza e soggiorno
  • Il sistema dei controlli transitorio alla luce della circolare ministeriale del 25 ottobre 2019
  • Le competenze e le responsabilità dell’ufficio anagrafe
  • Le competenze e le responsabilità del servizio sociale
  • La verifica della composizione del nucleo dichiarato ai fini ISEE
  • La definizione del piano controlli ai sensi dell’art. 4 dell’accordo in CU del 4.7.2019
  • Il mantenimento dei requisiti durante tutta la durata del beneficio: strategie per il presidio delle variazioni
  • Le responsabilità del cittadino in caso di mendacità e omissioni
  • Il ruolo del comune nei confronti di INPS e autorità giudiziaria

Il corso è a numero chiuso, le iscrizioni saranno accettate in ordine di arrivo.

Iscrizioni entro il 26/11/19 1 Iscrizioni dopo il 26/11/19 Offerta PORTA 1 COLLEGA GRATIS 2
Enti pubblici e Privati € 350 € 400 SI
Piccoli Comuni
(fino 8.000 ab.)
€ 250 € 300 SI
Ingresso con
Abbonamento 3
1 ingresso 1 ingresso NO
Gli importi si intendono + iva 22 %; se la fattura è intestata ad Ente pubblico, la quota è esente iva ai sensi dell’art. 10, DPR 633/72 e successive  modificazioni e all’importo si somma la rivalsa di 2 euro della marca da bollo. 

 

LE QUOTE COMPRENDONO ingresso in aula, materiale didattico in formato elettronico e materiale di supporto, coffee break e, se il corso è a giornata intera, light lunch.

Ente pubblico – il pagamento dovrà avvenire entro 30 giorni e copia di Determina o Buono ordine o altro impegno dovrà essere trasmessa prima del corso alla segreteria organizzativa.

Azienda privata o persona fisica che partecipa al corso a titolo personale – il pagamento dovrà avvenire prima della data del corso e copia della ricevuta del bonifico dovrà essere trasmessa alla segreteria organizzativa.

Note per sconti e promozioni

  1. Le iscrizioni pervenute fino a 7 giorni prima della data del corso usufruiscono di una quota agevolata
  2. PORTA 1 COLLEGA GRATIS! Per iscrizioni provenienti dallo stesso Ente/Azienda è prevista la possibilità di una partecipazione gratuita alla medesima data con almeno due iscrizioni paganti (applicabile anche ai Comuni con popolazione inferiore a 8.000 abitanti; applicabile una volta sola alla medesima data, essendo possibile l’ingresso di un solo partecipante gratuito ad un corso da parte del medesimo Ente; non applicabile agli ingressi con l’utilizzo degli abbonamenti)
  3. ABBONAMENTO CORSI sono previste condizioni agevolate per le iscrizioni multiple, contattare la segreteria organizzativa tramite tel. 0522.337678 o e-mail a segreteria@caldarinieassociati.it

Codici-prodotto MEPA per quote di partecipazione corsi a catalogo (clicca qui)

Segreteria organizzativa
tel 0522.337678
e-mail segreteria@caldarinieassociati.it

torna su

Docente

NICOLETTA BARACCHINI

Laureata in Giurisprudenza presso l'Università di Firenze Giurista con studi a Imola e Milano. Esperto di legislazione sociale e sanitaria, consulente ANCI in materia di ISEE, componente del gruppo ministeriale sull'attuazione dell'ISEE. Collabora con Regioni ed Enti locali per le normative in materia programmazione, organizzazione, regolamentazione, gestione e valutazione di servizi alla persona, appalti, servizi innovativi, politiche di welfare, politiche tariffarie e ISEE. Formatore nazionale per enti di servizio civile - accreditato UNSC. Dal 2015 è docente presso CALDARINI&associati su tematiche riguardanti le aree dei servizi alla persona ed in particolare servizi sociali.
Scopri di più

Evento concluso.