CORSO BASE SULLA NOTIFICAZIONE DEGLI ATTI E LE NOVITA’ DIGITALI

Il procedimento di notificazione e la figura del messo notificatore, le notifiche a mezzo PEC ed il nuovo Decreto Madia di modifica del CAD, la notificazione a mezzo PEC dei verbali del Codice della Strada dopo il DM Interno 18/12/2017.
A richiesta, senza costi aggiuntivi, i partecipanti potranno avere l’Attestato per Messi, sostenendo a fine corso un test come esame di idoneità previsto dall’art. 1, comma 159 della Legge 27 Dicembre 2006, n. 296 (legge finanziaria 2007).

  • Data/e
    giovedì 11 luglio 2019
  • Orario
    9,15 – 13,00 / 14,15 – 16,30
  • Sede
    MILANO
  • Luogo
    Hotel Andreola

    Via Scarlatti, 24 - Milano

Messi comunali e/o notificatori ; Funzionari delle Pubbliche Amministrazioni che possono utilizzare direttamente la PEC per notificare e/o comunicare; Agenti di Polizia Locale; Personale di società esterne che curano notifiche per gli Enti Locali; Responsabili Uffici Segreteria, Affari Generali, Tributi.

Il corso affronta in maniera analitica, con un taglio teorico – pratico, la disciplina in materia di notificazione degli atti amministrativi e tributari e le problematiche inerenti la figura del messo e dell’organizzazione dell’ufficio notifiche, alla luce delle novità a livello normativo e delle recenti pronunce giurisprudenziali. Verrà inoltre dedicata particolare attenzione sia alle novità introdotte dalle modifiche apportate al Codice dell’Amministrazione Digitale dal D.Lgs. 179/2016 decreto Madia ed alle disposizioni in tema di dematerializzazione (DPCM 13 novembre 2014), sia alle disposizioni in materia di notifiche a mezzo PEC. A tal proposito si analizzeranno non solo  le novità introdotte all’art. 60 Dpr 600/973 dall’art. 7 ter del D.L.193/2016 per quanto attiene alla notifica a mezzo PEC degli atti tributari, con particolare riferimento ai problemi inerenti alla loro applicabilità alle notifiche degli atti tributari degli Enti locali, in un quadro normativo ancora non del tutto chiaro. Inoltre particolare attenzione verrà dedicata alle novità introdotte dal Decreto del Ministero dell’Interno 18/12/2017 che, in attuazione a quanto disposto dall’art.  20,  comma  5  quater,  del  citato decreto-legge n. 69 del 2013, convertito,  con  modificazioni,  dalla legge n. 98 del 2013, ha individuato le procedure per la notificazione dei verbali del Codice della Strada richiamando le norme del Codice dell’Amministrazione Digitale. Nell’ambito del corso verranno casi pratici proposti dai partecipanti e dal docente per verificare il grado di apprendimento, anche allo scopo di per poter affrontare il test finale previsto dall’art. 1 c. 159 della Legge finanziaria.

I documenti informatici, le copie e a notificazione a mezzo PEC ai sensi dell’art. 149 bis del codice di procedura civile

Cosa si intende per documento informatico

  • Cosa fare quando perviene all’Ufficio notifiche un documento informatico
  • Le copie secondo il Codice dell’Amministrazione digitale (copia analogica di documento informatico, copia informatica di documento analogico, copie e duplicati informatici)
  • La conformità delle copie
  • La notifica di un documento informatico a soggetto sprovvisto di PEC – la copia conforme
  • La trasmissione a mezzo PEC nel Codice Amministrazione Digitale (art. 48)
  • Le regole tecniche dettate dal DPCM 13 NOVEMBRE 2014 adottato ai sensi dell’art. 71 del CAD (regole tecniche in materia di formazione, trasmissione, copia e conservazione dei documenti informatici) e gli obblighi di passaggio dalla carta al digitale entro il 12 agosto 2016: l’obbligo di formazione degli originali digitali ai sensi dell’art. 40 del CAD

Cos’è la PEC e come si utilizza

  • La PEC e le comunicazioni tra Pubbliche Amministrazioni
  • Gli indirizzi PEC dell’Amministrazione e il domicilio digitale del cittadino
  • Gli elenchi nazionali e la possibilità di ricercare l’indirizzo PEC
  • La disposizione normativa dell’art. 149 bis: la notifica a mezzo pec secondo il Codice di procedura civile
  • Richiamo alle norme del processo civile telematico (PCT)
  • Il domicilio digitale del cittadino (art. 3 bis Codice dell’Amministrazione Digitale) – L’indice nazionale degli indirizzi PEC di imprese e professionisti (art. 6 bis Codice Amministrazione Digitale)
  • Le novità introdotte dal decreto Madia, in fase di approvazione, recante “Disposizioni integrative e correttive al decreto legislativo 26 agosto 2016, n. 179, recante modifiche e integrazioni al codice dell’amministrazione digitale di cui al decreto legislativo 7 marzo 2005, n 82, ai sensi dell’articolo 1 della legge 7 agosto 2015, n. 124, in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche” sull’utilizzo immediato del domicilio digitale
  • Le pronunce giurisprudenziali in materia di notifica a mezzo PEC

La notificazione delle violazioni del Codice della Strada

  • Le disposizioni per la notificazione dei verbali in forma analogica – L’art. 201 del Codice della Strada.
  • Le disposizioni per la notificazione dei verbali in forma digitale: le novità contenute nel Decreto Ministeriale 18/12/2017
  • Il richiamo alle norme del CAD
  • I soggetti attivi: chi può notificare a mezzo PEC
  • I soggetti passivi: chi può ricevere le notifiche a mezzo PEC. La notifica ai destinatari sprovvisti di PEC
  • Il messaggio di PEC da inviare e gli allegati previsti dall’art. 4
  • La relata di notifica e le sue modalità di redazione
  • Il momento di perfezionamento della notifica

Il procedimento di notificazione: analisi normativa, rispetto della privacy e casistica giurisprudenziale

  • Art. 137 c.p.c: la norma generale per il rispetto della privacy nel procedimento di notificazione
  • Art. 138 c.p.c.: notificazione in mani proprie. Accettazione e rifiuto da parte del destinatario
  • Notificazione nella residenza, dimora e domicilio: tre diverse nozioni
  • L’art. 139 c.p.c. e criteri presenziali
  • Notificazione in caso di irreperibilità o di rifiuto a ricevere la copia dell’atto (art. 140 c.p.c) e l’interpretazione della giurisprudenza: le novità alla luce della recente sentenza della Corte Costituzionale
  • Notificazione presso il domiciliatario (art. 141 c.p.c)
  • La notificazione alle Pubbliche amministrazioni (art. 144 c.p.c)
  • La notificazione ai militari in attività di servizio (146 c.p.c)
  • Notificazione a persone non residenti né dimoranti né domiciliate nella Repubblica (art. 142 c.p.c.) – Problematiche relative alla notificazione all’estero
  • Notificazione a persona di residenza, dimora e domicilio sconosciuti (art. 143 c.p.c.)
  • La relata di notifica: art. 148 c.p.c. efficacia e valore probatorio – Invalidità ed irregolarità della relata di notifica – Sanatoria dell’invalidità
  • Computo dei termini (155 c.p.c)

La notificazione a mezzo posta

  • Attività del messo e attività dell’ufficiale postale: ambito di applicazione della L. 890/82
  • La notificazione a mezzo posta direttamente da parte dei funzionari
  • Analisi delle diverse casistiche alla luce delle recenti pronunce giurisprudenziali

La notificazione alle persone giuridiche

  • L’ art. 145 cpc e le sue modifiche
  • La nozione di persona giuridica
  • La notifica al legale rappresentante: come e dove poter notificare
  • Applicabilità degli artt. 140 e 143 c.p.c. alle persone giuridiche: analisi delle pronunce giurisprudenziali

La notificazione degli atti tributari

  • Normativa speciale prevista dal D.P.R. 600/1973 – L’ art. 60 D.P.R. 600/73 dopo le modifiche introdotte dall’art. 2, c. 1 del D.L. 40/2010 convertito in L. 73/2010, dall’art. 38 del D.L. 78/2010 convertito nella L. 122/2010 – L’art. 60 lett. E): la pubblicazione all’albo on line e la refertazione – La refertazione digitale – La notificazione delle cartelle esattoriali: L’art. 26 D.P.R. 602/73
  • La notificazione a mezzo PEC degli atti tributari erariali: le modifiche apportate all’art. 60 DPR 600/1973 dall’art. 7 ter del D.L. 193/2016 – I destinatari ‘obbligatori‘  e gli indirizzi PEC – I destinatari ‘facoltativi’ e la comunicazione dell’indirizzo PEC: la modulistica  – I rimedi in caso di mancato funzionamento della PEC – L’applicazione della norma agli atti tributari degli enti locali: un’analogia possibile?
  • Cenni alla notificazione delle cartelle esattoriali ed alla notificazione nell’ambito delle procedure di ingiunzione fiscale ai sensi R.D. 14.04.1910 n. 639

Il deposito degli atti presso la casa comunale

  • Tipologie di atti in deposito e modalità di ritiro atti – Chi può ritirare gli atti depositati e come -Conservazione degli atti presso il Comune

A richiesta i partecipanti potranno eseguire il test finale finalizzato al conseguimento dell’attestato di idoneità come previsto dall’art. 1 c. 159 della Legge finanziaria 2007 per lo svolgimento dell’attività di messo notificatore.

Il corso è a numero chiuso, le iscrizioni saranno accettate in ordine di arrivo.

Iscrizioni entro il 1/07/19 1 Iscrizioni dopo il 1/07/19 Offerta PORTA 1 COLLEGA GRATIS 2
Enti pubblici e Privati € 350 € 380 SI
Piccoli Comuni
(fino 8.000 ab.)
€ 250 € 280 SI
Ingresso con
Abbonamento 3
1 ingresso 1 ingresso NO
Gli importi si intendono + iva 22 %; se la fattura è intestata ad Ente pubblico, la quota è esente iva ai sensi dell’art. 10, DPR 633/72 e successive  modificazioni e all’importo si somma la rivalsa di 2 euro della marca da bollo. 

 

LE QUOTE COMPRENDONO ingresso in aula, materiale didattico in formato elettronico e materiale di supporto, coffee break e, se il corso è a giornata intera, light lunch.

Ente pubblico – il pagamento dovrà avvenire entro 30 giorni e copia di Determina o Buono ordine o altro impegno dovrà essere trasmessa prima del corso alla segreteria organizzativa.

Azienda privata o persona fisica che partecipa al corso a titolo personale – il pagamento dovrà avvenire prima della data del corso e copia della ricevuta del bonifico dovrà essere trasmessa alla segreteria organizzativa.

Note per sconti e promozioni

  1. Le iscrizioni pervenute fino a 10 giorni prima della data del corso usufruiscono di una quota agevolata
  2. PORTA 1 COLLEGA GRATIS! Per iscrizioni provenienti dallo stesso Ente/Azienda è prevista la possibilità di una partecipazione gratuita alla medesima data con almeno due iscrizioni paganti (applicabile anche ai Comuni con popolazione inferiore a 8.000 abitanti; applicabile una volta sola alla medesima data, essendo possibile l’ingresso di un solo partecipante gratuito ad un corso da parte del medesimo Ente; non applicabile agli ingressi con l’utilizzo degli abbonamenti)
  3. ABBONAMENTO CORSI sono previste condizioni agevolate per le iscrizioni multiple, contattare la segreteria organizzativa tramite tel. 0522.337678 o e-mail a segreteria@caldarinieassociati.it

Codici-prodotto MEPA per quote di partecipazione corsi a catalogo (clicca qui)

Segreteria organizzativa
tel 0522.337678
e-mail segreteria@caldarinieassociati.it

torna su

Docente

BARBARA MONTINI

Avvocato Ufficio Legale Comune Capoluogo - Specializzata in Diritto amministrativo e Scienza dell'amministrazione presso la Spisa.
Scopri di più
Potrebbero interessarti anche...